Manovra Finanziaria, la quarta versione arriva al Senato

Un nuovo colpo di cosa nella serata di ieri ha modificato nuovamente la faccia della manovra finanziaria.

Le ultime “novità” riguardano Iva, pensioni e super prelievo per i ricchi che metteranno al sicuro le casse dello Stato e quindi anche la possibilità di acquisto dei titoli italiani da parte della BCE che si riunisce domani proprio a tal riguardo. Le modifiche dell’ ultima ora, così come richiesto anche dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, mettono nero su bianco le cifre che con la lotta all’ evasione fiscale erano poco chiare.

La manovra che approderà oggi al Senato prevede l’ aumento dell’ Iva dal 20 al 21 per cento per l’aliquota ordinaria, le cui entrare, stimate in circa 4 miliardi, andranno «a migliorare il saldo del bilancio pubblico».

A queste vanno aggiunte le entrate provenienti dal super prelievo per i “ricchi” con il pagamento del 3% a di sopra dei 300mila euro per un totale di 34 mila contribuenti e dal 2015 arriveranno anche i proventi dello slittamento dell’ età pensionistica per le donne che lavorano nel settore privato.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 07/09/2011
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655