Saab, i cinesi partono all’ arrembaggio

Tempo di crisi per il settore auto ma se qualcuno riesce a restare a galla altri rischiano di affondare.

E’ questo il caso della svedese Saab che ha deciso di chiedere protezione dai creditori portando i propri libri contabili in tribunale. Alla finestra però ci sono gli avvoltoi cinesi che sono pronti ad un’ inizione di nuovi fondi proprio per dare gas alla società. Si tratta di nuovi soci, Pang Da e Youngman, che potrebbero aiutare la Saab ad allontanare il rischio chiusura o forse no.

Anche questa volta potrebbe ripertersi il caso Geely-Volvo Car oppure se la mossa dovrebbe fallire la Saab andrebbe ad allungare la lista dei marchi europei spariti dopo quello della Rover. Noi scommettiamo in senso positivo sul futuro della società che con l’ intervento dei cinesi potrebbe abbassare i costi di produzione e quindi migliorare la situazione delle proprie casse.

Voi che ne dite?

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 08/09/2011
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655