Borsa di Milano, ribasso di Usa e Tokyo spingono all’ incertezza

Il piano di rilancio dell’ occupazione di Obama non convince l’ economia Usa e così sulla scia del ribasso a Wall Street e della perdita dello 0,60% a Tokyo di qualche ora fà, anche le borse europee frenano gli entusiasmi degli ultimi due giorni.

Ci si avvia ad una chiusura di ottava sottotono? Almeno così sembra o sarà fino all’ apertura, nel pomeriggio, della piazza Usa. Pochi minuti fà gli indici hanno segnato i minimi di giornata e dopo un’apertura con perdite intorno al mezzo punto, il Ftse Mib segna un calo dell’ 1,27%, il Ftse All Share dell’ 1,12% e il Ftse Mid Cap dello 0,41%.

Tra i maggiori ribassi troviamo industriali e bancari. In particolare con perdite intorno ai 3 punti percentuali troviamo buzzi Unicem ed Stm, con perdite intorno a due punti troviamo la galassia Fiat mentre gli unici titoli positivi, almeno al momento, sono Mediaset con un +0,48%, Campari con un +0,80% e Banca Popolare di Milano che dopo aver toccato un + 3,5% ora lo troviamo ad un +1,35% in attesa di novità sull’aumento di capitale.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 09/09/2011
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655