Grafici trading: l’incrocio delle medie mobili

In precedenza si è visto come il funzionamento di una media mobile sia strettamente connesso alla fase di mercato in cui si trova. La logica conseguenza è che, alle volte, è conveniente una media di breve periodo mentre in altri casi una media più lunga dà risultati migliori.

Alla luce di questo fatto sono state elaborate delle tecniche che prevedono l’utilizzazione di due o più medie contemporaneamente.

Generalmente, quando si usano due medie, la più lunga serve per l’individuazione della tendenza principale mentre la più corta è utilizzata per il timing. Esistono due metodi per utilizzare un sistema con due medie.

La prima tecnica produce un segnale di acquisto quando la linea della media corta attraversa la media più lunga dal basso verso l’alto. Un segnale di vendita si ottiene invece quando la media più corta si posiziona sotto l’altra.

Il secondo metodo utilizza una sorta di fascia di indifferenza. Il segnale di acquisto si registra quando la linea dei prezzi supera la media di breve periodo. La posizione long dovrà essere chiusa quando i prezzi torneranno sotto tale media. Una posizione short dovrà essere presa solo qualora la linea dei prezzi perforasse anche la media più lunga. Un segnale di vendita si otterrà quando la linea dei prezzi perfora la media breve dall’alto verso il basso. La stessa media sarà poi utilizzata come punto di uscita dal mercato. Una posizione long dovrà essere assunta solo in caso di superamento della media mobile lunga. Con questa tecnica si ottiene una zona neutrale compresa tra le due medie. Quando i prezzi si troveranno in tale fascia non si dovranno detenere posizioni sul mercato.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 26/09/2011
Categoria/e: Guida, Primo piano, Trading Online.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655