Effetto Domino in Confindustria, anche Pigna lascia

Un effetto domino che potrebbe avere conseguenze non indifferenti per Confindustria arriva dopo l’ annuncio di Fiat.

La società automobilistica sembra aver fatto da apripista e dopo aver annunciato l’ addio a Confindustria, anche le Cartiere Pigna sembrano essere sulla stessa strada. La crepa che si è creata potrebbe anche non risanarsi più e la lista dei default potrebbe allungarsi a dismisura. Dal primo gennaio 2012 anche le Cartiere Pigna non faranno più parte dell’ associazione e la notizia è stata formalizzata anche dal presidente e dall’ amministratore del gruppo, Giorgio Jannone, che hanno rintracciato nel continuo “schieramento di Confindustria” la causa della rottura ma non solo.

Lo stesso Jannone ha specificato che “In periodo di crisi le quote associative, che per la maggior parte sono spese in convegni e passerelle varie, devono trovare una giustificazione”.

Presto potrebbero seguire anche gli addii di altre società che potrebbe portare l’ associazione a indebolirsi e non di poco.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 06/10/2011
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655