Ici, riecco spuntare la tanto odiata tassa per le famiglie

Addio tempi d’ oro. Se trovavate giusto non pagare l’ ICI per la vostra prima casa, pagata dopo anni e anni di sacrifici, dovrete tornare a mettere la mano al portafogli.

Uno dei suggerimenti che arrivano direttamente dalla Banca d’ Italia riguardano proprio la reintroduzione dell’ Iva e questo è bastato alla CGIA di Mestre per mettersi all’ opera e tirare subito due conti. Secondo una prima stima sembra proprio che i proprietari della prima casa si ritroverebbero sulle spalle 2,8 miliardi di euro in più all’ anno. Questo significherebbe molto per le casse dello Stato mentre non cambierebbe niente per i Comuni.

Secondo quanto riferisce la CGIA: attualmente ”l’Ici sulle seconde e terze case, sugli edifici commerciali/artigianali, sui coni industriali, etc., garantisce un gettito pari a 9,47 mld di euro all’anno. Se aggiungiamo i 2,8 mld previsti dall’applicazione dell’imposta sulla prima casa, il gettito complessivo che potrebbe finire nelle casse comunali si attesterebbe complessivamente su i 12,2 mld di euro”.

Ma gli italiani sono disposti a fare altri sacrifici?

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 15/10/2011
Categoria/e: Primo piano, Soldi e Risparmio.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655