Grafici trading: l’On Balance Volume

OBV (ON BALANCE VOLUME) Questo indicatore si basa sulla premessa che la big money entra (fase di accumulo) o esce (fase di distribuzione) dal mercato in anticipo rispetto alla massa degli investitori.

Il sistema più semplice ed immediato per poter identificare e controllare queste fasi sin dalla loro formazione è l’OBV che consiste nel raffronto fra lo sviluppo del volume degli scambi di un mercato col movimento dei prezzi dello stesso.

Quando la linea che riporta l’andamento del volume devia in modo evidente dalla direzione seguita da quella del prezzo, significa che sul mercato in oggetto è in corso un’attività non usuale. In circostanze normali, infatti, le due linee hanno un andamento costantemente parallelo.

Il valore assoluto dell’OBV non è significativo ai fini di un’esatta valutazione della corrente situazione del mercato. All’analista interessa soltanto comparare la tendenza della spezzata dell’OBV con quella dei prezzi. Se la tendenza dell’OBV è crescente mentre quella delle quotazioni è calante, esistono concrete possibilità che il mercato si trovi in una fase di accumulo. Diversamente, se la tendenza dell’OBV scende e quella dei prezzi sale il mercato si trova probabilmente in una fase di distribuzione.

Il metodo più elementare per calcolare il valore dell’OBV è il seguente: se il prezzo di chiusura in un giorno determinato è più alto di quello riscontrato il giorno precedente, si attribuisce un segno positivo al volume degli scambi del giorno. Al contrario, se il prezzo è inferiore a quello precedente, si assegna un valore negativo. Il valore del’OBV si ottiene giorno per giorno dalla somma algebrica dei volumi così calcolati.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 31/10/2011
Categoria/e: Forex, Guida, Primo piano, Trading Online.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655