GLI STRUMENTI PER OPERARE NEL FOREX

 IL TASSO DI CAMBIO

Il tasso di cambio è il rapporto tra due valute, dove per convenzione, una è posta al numeratore e l’altra al denominatore.

Gli standard internazionali vogliono che l’ordine di acquisto o di vendita sia relativo alla valuta posta al numeratore.

Per esempio: quando si compra il cambio eur / usd, si compra euro e si vende contestualmente il controvalore in dollari statunitensi, dunque si dirà di essere lungo o rialzista di eur / usd.

Quando si vende il cambio eur / usd, si vende euro e si compra usd, dunque si dirà di essere corto o ribassista di eur / usd.

 IL TASSO DI INTERESSE

Ciascuna valuta porta un tasso di interesse che varia nel tempo ed in funzione dell’intervallo di riferimento. Quando si apre una posizione sul forex, si sta acquistando una valuta e vendendone un’altra. Sui contratti che hanno durata superiore ai due giorni valuta (contratti spot) si incassano interessi sulla valuta acquistata e si pagano su quella venduta.

L’addebito o l’accredito del differenziale dei tassi viene regolato secondo i diversi strumenti.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 24/11/2011
Categoria/e: Guida, Primo piano, Trading Online.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655