Mutui rinegoziati, interessi del conto accessorio detraibili

Ottime notizie per tutti i mutuatari che negli ultimi tempi hanno deciso di rinegoziare il mutuo.

Secondo quanto riferito e chiarito dall’ Agenzia delle Entrate i mutuari possono detrarre non solo gli interessi passivi del mutuo vero e proprio, ma anche quelli che derivano dal cosiddetto conto accessorio che si attiva al momento della rinegoziazione del mutuo. Comunque la somma detraibile non può superare i  quattromila euro.

Ricordiamo che il conto di finanziamento accessorio è il conto su cui veniva addebitata la differenza tra la rata prevista dal piano di ammortamento e quella della rinegoziazione. L’Agenzia delle entrate ha stabilito che gli interessi derivanti dal conto accessorio devono essere considerati detraibili e nella nota si legge:“Sono detraibili, pertanto, gli interessi passivi relativi all’acquisto, alla costruzione ed alla ristrutturazione dell’abitazione principale risultanti dal piano di ammortamento del mutuo originario, indipendentemente dalla circostanza che siano corrisposti mediante il conto corrente accessorio nonché quelli derivanti dal conto corrente accessorio, nel limite dell’importo di euro quattromila previsto dalla legge”.

 

VIA|AgenziadelleEntrate

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 22/04/2011
Categoria/e: Anteprima, Mutui.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655