Recessione: Lo Stato paga i debiti con i BTP

Siamo in recessione oppure no? A questa domanda ha risposto anche il neo ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, che ha spiegato: “STIAMO sicuramente rischiando di entrare in recessione: il momento è molto difficile, anche se le ragioni sono esterne all’Italia”.

Ma il neo ministro non si è fermato qui annunciando i prossimi interventi e soprattutto l’ idea di poter pagare  i debiti dello Stato verso le imprese fornitrici usando titoli di stato, BTP, Bot e Cct. La Pubblica Amministrazione ha debiti tra i 70 ai 90 miliardi e spesso i pagamenti alle aziende, spesso solo Pmi, arrivano dopo 18 mesi.

Questo potrebbe dare ossigeno sia alla PA che alle piccole e medie imprese che spesso, a causa di questi ritardi, rischiano la bancarotta. Passera ha confermato che tutti i decreti e le riforme “sapranno suddividere sacrifici e benefici” con un occhio ben puntato verso la soluzione della crisi del lavoro. Proprio per trovare i soldi necessari Passera vorrebbe l’ introduzione dell’ Ici e l’ aumento dell’ Iva dal 21 al 23%.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 02/12/2011
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



1 commento per “Recessione: Lo Stato paga i debiti con i BTP”

  1. angelo

    Troppo facile prlelevare soldi dagli stipendi dei poveri!Proposta:intaccare con le tasse gli stipendi da un reddito pro individuo superiore ai 35/40 mila euro annui!Così finalmente i poveri non saranno ancora più poveri!
    Basta prelevare soldi alle famiglie che a mala pena riescono ad arrivare a fine mese!Trovate altre soluzioni innovative grazie! Un povero lavoratore da 1150 euro al mese!

Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655