Summit Ue flop, Moody’s pronta a tagliare rating nel 2012

Il summit europeo sembra non aver portato a niente di buono tranne che a continue polemiche soprattutto sulla rottura tra Sarkozy e Cameron.

I leader politici parlano di nuova Europa ma, intanto, Moody’s si dice pronta a rivedere i giudizi sui Paesi dell’Eurozona nei primi mesi del 2012. L’ agenzia di rating Usa ha sottolineato il fatto che, le misure annunciate dall’ Europa non sono niente di chè e “La continua assenza di misure decisive nel recente summit fa rimanere l’Unione europea soggetta a ulteriori shock e l’area euro sotto continua minaccia”.

L’ agenzia non ha visto alcun cambiamento in materia di coordinamento fiscale tra i Paesi e soprattutto per il sostegno dei rischi. L’ incontro tra i leader politici però, ha evidenziato anche le divergenze tra i Paesi membri:  “Queste misure riflettono la continua tensione tra il riconoscimento da parte leader della zona euro della necessità di aumentare il sostegno ai Paesi fiscalmente più deboli e l’opposizione significativa all’interno dei Paesi più forti per farlo”. Proprio alla luce di questi presupposti, Moody’s ha confermato che nel primo trimestre 2012 potrebbe passare al taglio di altri rating europei.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 12/12/2011
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655