Piazza Affari, borsa ancora in pena mentre Monti incontra i politici

In questo momento il neo premier Mario Monti sta cercando di spiegare al Senato la sua manovra finanziaria ma a quanto pare il compito è più che arduo. Le borse asepttano e restano ferme a guardare tra la parità e il negativo anche se di poco.

Proprio in questi momenti il Ftse Mib perde lo 0,5% a 14.785 punti, il Ftse Italia All-Share lo 0,49a 15.549 punti%, il Ftse Italia Mid Cap lo 0,4% a 17.482 punti e il Ftse Italia Star sale dello 0,46%.  Da segnalare in rialzo i titoli del settore bancario con BP Milano (+3,36%), Banca Monte dei Paschi di Siena con un +1,8%, seguita da Intesa San Paolo che segna un rialzo dell’ 1,41%. In rialzo anche Autogrill con un punto e mezzo percentuale in più.

In rosso, invece, segnaliamo il Ubi Banca e Generali che perdono tra il punto e mezzo e i due punti percentuali, in rosso anche Fiat con un -2,13% seguono Pirelli e Tod’s con un ribasso di circa due punti.

L’agenda macroeconomica  prevede nel pomeriggio l’ arrivo di alcuni dati Usa relativi ai prezzi delle importazioni e alle 16:30 scorte di petrolio e derivati.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 14/12/2011
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655