Tassi Invariati, gli Usa non cedono

A quanto pare la Federal Reserve non cammina a passo con l’ Europa e così nell’ ultima riunione ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse.
 
In una nota la Federal Reserve ha spiegato che il livello attuale dei tassi risulta coerente con un’economia che sta crescendo in modo lento  moderato con al sueguito un livello di inflazione e questo ha spinto l’ istituto a considerare i rischi sui mercati globali e quindi di lasciare invariati i tassi almeno fino alla metà del 2013.
 
La decisione è arrivata quasi con la totalità dei voti visto che si sono espressi a favore 9 membri su 10. La cosa che più preoccupa gli Usa in questo momento è l’ elevato tasso di disoccupazione e, in secondo luogo, anche la crisi dei mercati finanziari. Intanto le famiglie americane continuano a spendere mentre le imprese e il settore immobiliare restano impantanati e una delle cause principali potrebbe essere proprio il debito nella zona euro.     

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 15/12/2011
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655