Forex, il mercato delle opzioni (parte II)

Elementi caratterizzanti il contratto di opzione:

  • Strumento finanziario sottostante (underlying)
  • Valore nominale ovvero l’ammontare oggetto del contratto
  • Data di stipula del contratto
  • Scadenza cioè la data alla quale (European Style) o entro la quale (American Style) l’opzione può essere esercitata (expire date)
  • Prezzo di esercizio (strike price), cioè il prezzo prefissato per l’acquisto o la vendita dello strumento finanziario sottostante
  • Premio cioè il costo dell’opzione

 Gli elementi che contribuiscono a formare il premio sono:

  • Il cambio spot
  • Lo strike price
  • La durata
  • Il differenziale tassi
  • La volatilità

 Il premio può essere scomposto in valore intrinseco (intrinsic value) ed in valore temporale (time value). Considerando il momento dell’accensione del contratto, l’intrinsic value è dato dalla differenza fra il prezzo di mercato a termine e lo strike price ed esprime l’utile che si potrebbe realizzare se l’opzione in oggetto venisse esercitata nel momento stesso in cui viene stipulato il contratto. Il valore intrinseco è sempre positivo o nullo. Ovvero, se un’opzione fosse “out of the money” (dà il diritto di fare una transazione ad un prezzo peggiore di quello attualmente sul mercato), l’intrinsic value sarà pari a zero e non negativo.

Il time value è quello che si ottiene detraendo dal premio il valore intrinseco ed è costituito da due elementi: la volatilità e la durata dell’opzione.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 22/12/2011
Categoria/e: Guida, Primo piano, Trading Online.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655