Borsa di Milano in positivo ma preoccupano Spread e Asta dei Bot

Ancora una giornata da incubo per i pochi investitori rimasti al lavoro in questa settimana di festa. I volumi restano bassi e questo fa sì che la volatilità sia ancora maggiore del solito. Lo Spread fà ancora paura e mentre Monti cerca di inventarsi nuove tasse sulla casa partendo dall’ aggiornamento delle rendite catastali, ecco che la prova del nove si avvicina. L’ asta dei Bond di fine anno è ormai alle porte e intanto le borse non sanno come reagire.

Dopo un’ apertura indecisa e un passaggio in ribasso, ecco che la nostra Piazza Affari tenta un timido recupero. Pochi minuti fà il Ftse Mib segnava un rialzo dello 0,56% a a 15.007 punti, il Ftse All Share segnava un rialzo dello 0,50% a 15.753 punti mentre Mid Cap e Small Cap restano quasi invariati.

In rialzo segnaliamo anche Banca Popolare di Milano con un +1,90%, STM segna un +1,65%. In negativo troviamo Ubi Banca e Unicredit con un ribasso dell’ 1,20%, Fiat e Tenaris con un ribasso dello 0,80%.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 28/12/2011
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655