Recessione: Italia in crisi ma il gioco continua la sua salita

L’ Italia sarà pure in crisi o in recessione e gli italiani avranno sempre meno soldi da spendere ma,  a quanto pare, la voglia di cambiare vita non ci manca ancora. A dimostrazione di questo arrivano gli ultimi dati resi noti da Agipronews che parla del boom del settore giochi nel 2011.

Secondo i dati disponibili sembra proprio che nell’ anno che sta volgendo al termine  il settore dei giochi segni una raccolta di 76,5 miliardi di euro e vincite per 57,5 miliardi per una spesa effettiva di 19 miliardi. Questo permetterà allo Stato di chiudere l’ anno con una raccolta superiore a 9,3 miliardi con una crescita degli incassi  di 15 miliardi rispetto al 2010, ovvero un incremento del 24,3%.

La crescita maggiore è quella legata alle New Slot e dalle Videolotteries che  rappresentano il 54,2% degli incassi totali. resta però in cima alla lista il Lotto che, grazie al 10eLotto, ha fatto segnare un +30%  per un totale di 6,8 miliardi. Non mancano poi i grossi introiti da Gratta e Vinci che arrivano a 10,2 miliardi contro i 9,3 del 2010.

Calano invece il Superenalotto, con un – 27,7% rispetto allo scorso anno,  il Win for Life, con un -52,4% ma anche quelli legati al calcio e all’ ippica.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 29/12/2011
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655