Fiat, l’ italiana con in mano il 60% di Chrysler

Fiat ChryslerPaura di una fuga all’ Estero o orgoglio per una azienda italiana che si fà strada, con successo, all’ Estero? Sono questi i sentimenti che dividono gli italiani riguardo la società del Lingotto che continua a perdere posto in Europa ma ne acquisisce oltreoceano.

Con un comunicato stampa, la società ha reso noto che Fiat ha incrementato del 5% la propria partecipazione in Chrysler Group portandola al 58,5%. Nel comunicato è precisato che l’incremento ha effetto immediato mentre il rimanente 41,5% di Chrysler rimane nelle mani di VEBA. L’ operazione è stata possibile grazie al fatto che una versione pre-produzione della Dodge Dart ha superato il Fuel Economy Test pur essendo basata su piattaforma Fiat con la possibilità di fare 40 miglia con un gallone.

Chrysler, intanto, si è impegnata verso il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ad avviare la produzione di tale veicolo in uno stabilimento negli Stati Uniti.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 05/01/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655