Borsa Italiana, partenza incerta su timori Grecia

Mattinata un pò sotto tono per le nostre Borse europee. Nonostante la chiusura positiva di Tokyo, a pareoccupare il Vecchio Continente è ancora una volta la situazione greca. Se lo spread greco torna a salire, il Paese rischia di andare incontro a un default disordinato ed entro mezzogiorno il Governo tecnico guidato da Papademos dovrà fornire le risposte che la Ue attende.

Dopo un picco positivo in apertura gli indici fanno marcia indietro e pochi minuti fà il Ftse Mib segnava un ribasso dello 0,46% a 16.363 punti, il Ftse All Share segnava un ribasso dello 0,37% a 17.349 punti mentre Mid Cap, Small Cap e Star segnano la parità o poco più. Tra i titolo positivi questa mattina c’è da segnalare l’ennesimo rialzo di Banco Popolare con quasi tre punti in più, seguito da Banca Popolare di Milano con un rialzo del 1,60%, Banca Monte dei Pschi di Siena con un rialzo dell’1,14%.

In rosso troviamo Autogrill con un -3,05%, Fiat con un -2,87%, Buzzi Unicem con un -2,20%, Fiat Industrial con un -1,82% e Banca Popolare Emilia Romagna con un -1,70%.  

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 06/02/2012
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655