Borsa Italiana torna positiva e lo Spread va sempre più giù

Promessa di Mario Monti: lo Spread non tornerà più a salire e a quanto pare anche oggi il differenziale di rendimento tra titoli di Stato decennali italiani e tedeschi si attesta a 336 punti base, dai 339 della seduta di ieri. A quanto pare questo però non giova alle borse europee e alla nostra Borsa Italiana che aprono in flessione ma che tornano positive dopo la prima ora di contrattazioni.

Pochi minuti fà il tse Mib segnava un rialzo dello 0,91% a 16.500 punti, il Ftse All Share segna un rialzo dello 0,82% a 17.492 punti mentre Small Cap e Star registrano un lieve calo.  Tra i titoli positivi possiamo notare il forte rialzo della Banca Popolare di Milano con +3,73%, in rialzo anche Prysmian e Banco Popolare con due punti percentuali in più e anche Unicredit e MPS con un punto e mezzo in più.

In rosso, invece, troviamo A2A in calo di oltre cinque punti.

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 01/03/2012
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655