Mutui, famiglie italiane in difficoltà. Ecco come evitare il pignoramento

Le famiglie italiane non riescono a uscire dal baratro e l’incombenza della scadenze a fine mese è diventato ormai un momento di tragedia. Nonostante i segnali di ripresa dal mercato arrivino, la condizione finanziaria delle famiglie italiane è ancora pessima con il rischio di incorrere sempre più nei pignoramenti a causa delle rate del mutuo non pagate.

Secondo l’ultimo bolletino Abi (Associazione bancaria italiana) sembra che a fine anno le famiglie italiane sofferente sono state il 3,14% in più rispetto al 2,43% di dicembre 2010. Se il pagamento di una rata viene effettuato con un ritardo compreso fra 30 e 180 giorni il debitore può chiedere il pagamento con gli interessi di mora ma dopo sette ritardi ecco il pignoramento dell’immobile.

Proprio per evitare questo l’Abi ha prorogato fino al 31 luglio 2012 la possibilità di richiedere la sospensione per 12 mesi del pagamento del mutuo grazie al ‘Piano famiglie’. Possono chiedere la sospensione tutti coloro che stanno rimborsando le rate del mutuo relativo alla prima casa e il cui importo non supera i 150mila euro. I richiedenti devono avere un reddito imponibile non superiore ai 40mila euro e devono aver subito eventi particolarmente negativi come cassa integrazione o simili.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 05/03/2012
Categoria/e: Mutui, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655