Enel, utile netto e dividendo in forte calo

Davvero un disastroso anno per Enel che oggi in borsa perde 7 punti percentuali sotto i colpi delle vendite causati dalla comunicazione dei suoi ultimi risultati.

Lo scorso anno l’Ebit si e’ attestato a 11,366 miliardi di euro (11,258 miliardi nel 2010, +1,0%) e l’indebitamento finanziario netto e’ stato pari a 44.629 miliardi di euro (44,924 miliardi al 31 dicembre 2010, -0,7%). Al 31 dicembre 2011 il rapporto debt to equity, si attesta a 0,82 a fronte di 0,83 di fine 2010, mentre il rapporto tra Indebitamento finanziario netto ed Ebitda e’ pari a 2,5 (2,6 al 31 dicembre 2010). Sono questi i risultati presentati da Enel che ha parlato anche di un nuovo programma per i prossimi anni mentre il Cda per l’approvazione del bilancio 2011 si terrà il prossimo 30 aprile con distribuzione del dividendo di 0,26 euro per azione.

Un utile netto in calo a 3,4 miliardi nel 2012 e i 5 miliardi nel 2016 secondo il piano industriale dell’Enel nel periodo 2012-2016. In questo quadriennio l’ebitda salira’ progressivamente da 16,5 miliardi a 19 miliardi con una riduzione dell’indebitamento finanziario netto che dai 43 miliardi dell’anno in corso scendera’ a 30 miliardi a fine piano. Il nuovo piano prevede anche una nuova politica dei dividendi che prevederà il pagamento pari almeno al 40% dell’utile netto ordinario ma niente più acconti: unica rata una volta l’anno.

 

VIA|AGI

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 08/03/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655