Fondiaria Sai, un 2011 disastroso. Addio dividendo

Sono ancora notizie sconfortanti quelle che arriva da Fondiaria Sai che ha comunicato i suoi dati relativi all’anno 2011. Secondo le ultime comunicazioni sembra che la società abbia messo a segno una perdita di 1,03 miliardi contro il rosso di 928,9 milioni di fine 2010.

La società ha confermato anche l’aumento di capitale previsto di 1,1 miliardi di euro e l’addio al dividendo. Il gruppo Fondiaria Sai ha segnato, nel 2011,  un margine consolidato di solvibilità che dal 97,4% del 2010 è sceso al 78,2% dal 97,4% del 2010 e una perdita netta di 94 milioni di euro soprattutto per via delle svalutazioni di Unipol Banca.

A nulla è servito l’aumento del 2,1% della raccolta premi del ramo danni (con 4.333 milioni) e nemmeno la crescita del comparto vita che con un 9,6% in più si è quotato a 2.476 milioni. La nuova produzione è invece stata di 50 milioni, 8 in più rispetto al 2010.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 16/03/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655