La Cina conosce il deficit commerciale

borsa pechinoLa Cina ha conseguito il peggior deficit commerciale dal 1989 con 31.5 miliardi di Dollari di rosso.

La causa di questo dato anomalo per la Cina, è da ricercare nel balzo dell’import salito del 39.6% su base annua e nel modesto incremento dell’export, salito a gennaio di “solamente” il 18.4%.

A questi dati hanno certamente contribuito le festività del capodanno cinese, ma la riduzione del target di crescita al 7.5%  annunciato la settimana scorsa  da Pechino, dà l’idea di qualcosa di più strutturale.

Il precedente record negativo apparteneva al 2004 (- 7.8 mld di $), ma quello che stride nei dati recenti è il forte incremento negli acquisti di petrolio e di rame (addirittura per quest’ultimo il secondo più alto della storia), incrementi raggiunti in un contesto produttivo non esaltante che fanno pensare ad una Cina che aumenta le scorte per proteggersi da shock futuri.

Il rallentamento dell’export è stato poi molto marcato verso l’Europa (+2%) a dimostrazione di come il Vecchio Continente rappresenti un partner imprescindibile per la crescita di Pechino.

Immediata al reazione verso la debolezza dello Yuan cinese contro Dollaro.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 17/03/2012
Categoria/e: Borse Estere, Primo piano, Shanghai.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655