Dati macroeconomici – gli ordini all’industria e le scorte

Ordinativi all’Industria, Factory Orders

Rappresentano la futura attività del settore. Permettono di valutare se nel prossimo futuro l’economia subirà delle flessioni o meno.

Più il valore è alto, maggiore è la crescita degli indici azionari in quanto rappresenta un incremento dell’operatività delle imprese, e pertanto della possibilità delle stesse di generare profitti.

Scorte delle Imprese, Business Inventories – Scorte dei grossisti, Wholesale Trade

Sono le scorte di magazzino delle imprese: scorte in diminuzione rappresentano un dato favorevole al ciclo economico, soprattutto in fasi delicate come al termine del periodo di recessione. Se un’azienda ha molte scorte non aumenterà o addirittura diminuirà la sua produzione fino a che non avrà smaltito le scorte. Più generalmente allora si potrà dire che meno produzione, meno occupati e ciclo economico che rimane in recessione.

Il turnover di merce dell’ingrosso va inteso alla stessa maniera delle precedenti Scorte delle Imprese: tradotto in “Scorte dei Grossisti”, rappresenta il gradino successivo alle scorte delle imprese, poiché quando i grossisti esauriranno le loro scorte ritorneranno a domandare i prodotti alle imprese, ecc…

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 22/03/2012
Categoria/e: Guida, Primo piano, Trading Online.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655