Il Sud Africa sta esaurendo il suo oro

Le miniere di oro del  SudAfrica si stanno svuotando a ritmi sempre più sostenuti. I dati di gennaio hanno evidenziato un calo dell’output del 11.3% (segue il -8.2% di dicembre) con una produzione di 220 tonnellate, il livello più basso dal 1922.

Il SudAfrica sta progressivamente perdendo la sua leadership nella produzione di oro che lo vedeva come primo player solo due decadi fa. 40 anni fa il paese sudafricano produceva oltre 1000 tonnellate di metallo giallo all’anno con la produzione che toccò il suo picco nel 1970. Cina, Australia e Stati Uniti (con la Russia ad un passo) hanno già superato il SudAfrica nella produzione finale, duramente colpito anche dagli sfruttamenti troppo intensi attuati nell’era dell’apartheid.

Certamente l’esaurimento dei filoni auriferi sudafricani rappresenta un ulteriore elemento a sostegno del prezzo dell’oro la cui produzione si stima abbia toccato un picco nei primi anni del 2000.

Le stesse società minerarie avranno la necessità di mantenere elevati i prezzi, questo a causa di costi di ricerca sempre più elevati e rischiosi.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 26/03/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655