Tasse 2012 su titoli di Stato e Azioni, alcuni chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate

Torniamo a parlare di tasse sugli investimenti e soprattutto di quelle relative a titoli di Stato e Azioni. La stessa Agenzia delle Entrate, tramite comunicato, ha specificato quelle che sono le nuove linee guida introdotte dal nuovo decreto legge del 2011.

Secondo il nuovo decreto, infatti, le ritenute e le imposte sostitutive da applicare sui redditi di natura finanziaria sono stati unificati al 20% sia che si tratti di redditi di capitale che di quelli diversi di natura finanziaria. Quindi addio alle aliquote di tassazione al 12,5%, 20% e 27% visto che l’aliquota del 20% sarà applicata a interessi, premi, altri redditi di capitale e redditi diversi di natura finanziaria realizzati dal primo gennaio 2012.

Rimangono in vigore, invece, le aliquote del 12,5% per i proventi dei titoli pubblici e obbligazionaria emessi da Stati esteri, e le aliquote al 5% per i titoli di risparmio dell’economia meridionale, i cosiddetti Trem bond.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 30/03/2012
Categoria/e: Primo piano, Soldi e Risparmio.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655