E il pil cinese delude ancora

Il dato sul Pil cinese del primo trimestre 2012 ha deluso le aspettative degli investitori. La salita del Pil su base annua è stata infatti del 8.1% contro l’8.4% delle attese e soprattutto sempre più vicino a quel 7.5% anticipato dai vertici politici cinesi per quest’anno.

Nella stessa giornata hanno invece sorpreso positivamente i dati sulla produzione industriale, salita del 11.9% a marzo, degli investimenti, +20.9%) e delle vendite al dettaglio, +15.2%.

Tornando al Pil, siamo sui livelli di crescita più bassi degli ultimi 3 anni e questo potrebbe spingere la Banca Centrale ad abbassare di altri 100 base il tasso di riserva obbligatoria per le banche, attualmente al 20.5%, così come una revisione al ribasso potrebbe essere effettuata sul tasso di sconto attualmente al 6.56%.

Reazione comunque non negativa sui mercati azionari con Shanghai e Hong Kong che hanno chiuso in rialzo.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 17/04/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655