Crisi euro, PMI servizi continua a scendere

A quanto pare siamo ancora molto lontani dall’uscita del tunnel della crisi che ha colpito il nostro Continente e l’intera economia mondiale.

Ancora una volta un altro segnale di debolezza arriva da altri dati resi noti. Questa volta a preoccupare è l’indice Pmi per il settore dei servizi nella zona euro che in aprile ha segnato un nuovo calo. L’indice ha mostrato nella sua lettura finale un dato peggiore alle attese mettendo a segno una forte contrazione. Il dato reso noto, infatti, ha riportato l’indice indietro nel tempo al livello pià basso mai raggiunto dal lontano ottobre 2008.

L’indice Pmi servizi della zona euro ha messo a segno 46,9 punti nel mese di Aprile con un rallentamento di quasi 3 punti (da 46,9). Le attese, invece, si aspettava una lettura di 47.9 punti. A mettere un freno è soprattutto il comparto dell’occupazione che, fermandosi a 48,3, ha mostrato il livello più basso da febbario 2010.

L’indice Pmi composito, in cui sono presenti anche il settore manifatturiero e dei servizi, è risultato a 46,7 in aprile da 49,1 di marzo.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 04/05/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655