Mutui e prestiti, le banche chiudono i rubinetti?

Le famiglie e le imprese italiane si sono già accorte che, se prima accedere ad un prestito o ad un mutuo era difficile, adesso sembra essere impossibile.

Se i problemi toccano le famiglie sono un vero e propro macigno sulle spalle delle imprese soprattutto per quelle piccole e medie.

Mauro Fancelli, presidente della Confederazione nazionale artigianato Piccola e media impresa di Firenze, ha denunciato il fatto che le banche hanno chiuso i rubinetti e non fanno più credito sottolinenando il fatto che anche gli stessi banchieri ammettono di aver ridotto i crediti in fretta e furia.

Nel primo trimestre del 2012, infatti, il sistema bancario ha erogato alle imprese toscane il 33,5% in meno dello stesso periodo del 2011 e anche se non sembrano esserci motivi strutturali validi per questo, sembra che i nuovi vincoli, abbastanza rigidi, di nuova introduzione hanno giocato un brutto scherzo agli istituti di credito.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 11/05/2012
Categoria/e: Mutui, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655