Crisi Ue, nuovo taglio dei tassi in arrivo

Niente di fatto ieri dalla Banca centrale europea che, nonostante la pressione a causa della crisi economica dell’Eurozona, ha deciso di rimandare il taglio dei tassi.

La maggior parte degli esperti si aspettava un nuovo taglio dei tassi che non c’è stato ma che, con molta probabilità, è stato solo rimandato a Luglio, il mese prossimo. I tassi, attualmente fermi all1%, avrebbero potuto toccare davvero i minimi storici con un nuovo taglio che però Mario Draghi non ha annunciato.

Ieri la Banca centrale europea (Bce) ha mantenuto il costo del denaro invariato ma se la situazione continua a rimanere così sicuramente si tratta solo di uno slittamento a luglio soprattutto alla luce del fatto che, la decisione di far restare i tassi invariati, non è stata presa all’unanimità.

Durante la conferenza stampa, lo stesso neo presidente della Banca Centrale, l’italiano Draghi, ha tuttavia sottolineato che il Consiglio direttivo è pronto ad agire in ogni momento.

La situazione europea, intanto, continua a far preoccupare anche l’Asia e l’America e mentre la Grecia vacilla ancora e la Spagna sembra ormai sull’orlo di una crisi, le cose al momento rimangono uguali. Tutto rimandato a dopo le elezioni greche? Lo scopriremo presto.

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 07/06/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655