Che strana la deflazione tedesca a maggio

L’inflazione tedesca di maggio, dato preliminare, contiene delle informazioni molto preziose che ancora una volta ci danno l’impressione che la Germania stia attraversando essa stessa, un passaggio economico molto delicato.

La Merkel rischia di trovarsi adesso di fronte un mondo che non compra più le sue merci (Europa tutta in recessione ed emergenti + Usa in rallentamento) a fronte di una domanda interna poco vitale. Il -0.2% di variazione dei prezzi al consumo non è il primo caso di variazione negativa del 2012 visto che anche a gennaio avevamo visto un – 0.4%.

Osservando però il grafico si nota come l’evento di gennaio è stagionale (era successo nel gennaio 2011, 2010 , 2009 e 2008), mentre quello di maggio è un inedito fuori stagione che ha un precedente solo a settembre 2009 e novembre 2008, periodo in cui ci ricordiamo tutti cosa stava succedendo all’economia.

Il tasso annuo si è fermato al 2.2%, in vistoso rallentamento rispetto al 2.9% di ottobre 2011 ed escludendo i costi dell’energia siamo al 1.5%. Chissà se adesso capiranno che la Repubblica di Weimar è uno sbiadito cimelio storico.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 18/06/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655