L’economia americana continua a peggiorare, quindi…

L’indice Cesi è un indicatore elaborato da Citigroup che sintetizza, per l’economia americana, quanto i dati macroeconomici in uscita risultino superiori o inferiori alle aspettative.

Chiaramente in fase di discesa come adesso risultano dati deludenti rispetto alle attese e viceversa in fase di salita superiori alle attese.

Solitamente il Cesi è un buon anticipatore del ciclo economico, ma anche dell’andamento dei mercati azionari e solo con minimi piuttosto estremi si può iniziare a valutare un rientro graduale sul mercato equità.

Il minimo del 2011 ad esempio ha anticipato correttamente la successiva correzione dello S&P500 e lo stesso ha fatto nel 2008, quando il Cesi anticipò di qualche mese il bottom del marzo 2009. Adesso siamo entrati chiaramente in una fase di caduta notevole (siamo a -60) che necessiterà di ulteriori delusioni capaci di portare l’indice sotto quota -100 prima di poter parlare di una fase di bottom per l’equity e quindi, in prospettiva per il ciclo economico.

Del resto altri indici anticipatori come i Fed index regionali (Phily, NY, Chicago, ecc…) sono ormai tutti entrati in territorio negativo con i sottoindici legati a nuovi ordini ed occupazione in netta difficoltà. Anche in questo caso non ci sono dubbi, se Obama arriverà alle elezioni con un’economia in netto rallentamento salvo intervento straordinario Fed o eventi che distraggano l’attenzione degli elettori.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 29/06/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655