Tassi di interesse, la BCE taglia ancora di un quarto di punto

La crisi economica ha messo in ginocchio consumi, occupazione e il mondo del lavoro e questo non può far altro che spingere i leader mondiali ad agire.

Dopo lo sforzo fatto all’ultimo vertice UE adesso anche la banca Centrale Europea ha deciso di mettere mano ai tassi di interesse che il mese scorso ha lasciato invariati. Questa volta il quadro economico ha spinto la Banca ad operare una nuova manovra espansiva e, in linea con le attese, ha tagliato di un quarto di punto i tassi di interesse che adesso si collocano all’1,5%.

La Bce, inoltre, ha azzerato i tassi che pratica sui depositi di breve termine custoditi per conto delle banche a partire dall’11 Luglio prossimo. Lo stesso presidente della BCE, Mario Draghi, ha spiegato:

“Nell’Eurozona c’è un’elevata incertezza. La ripresa sarà graduale. Anche perché nel secondo trimestre i dati macro indicano una situazione più debole”.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 05/07/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655