Le candele giapponesi: la window

Una window è l’equivalente di un gap nell’analisi tecnica occidentale, ma i Giapponesi adottano in  modo particolare le window. Una window significa che si è formata una zona di prezzo in cui non ci sono stati scambi, o meglio un’assenza di prezzo. Per esempio, l’azione XYZ ha registrato un massimo a 50 dollari. Se il minimo della sessione successiva è 52 dollari, c’è un’assenza di prezzo di 2 dollari: è una rising window. Se, tuttavia, l’azione XYZ ha un minimo a 50 dollari, e la sessione successiva ha un massimo a 48 dollari, si potrà dire che ha formato un gap al ribasso di 2 dollari e dunque c’è una falling window di 2 dollari. Una rising window è un segnale rialzista. L’assenza di prezzo tra il massimo della candela precedente e il minimo della sessione corrente, significa che i tori hanno il controllo e intendono pagare sempre di più. Una falling window è un segnale ribassista. L’assenza di scambi tra il minimo della candela precedente e il massimo della sessione corrente mostra che gli orsi stanno spingendo il mercato al ribasso, senza competizione con i tori.

Tra le rising e le falling window deve esserci uno spazio, stretto o largo che sia, dove i massimi e i minimi delle candele non si sovrappongono. Se le ombre si sovrappongono, la window non si forma. Deve esserci uno spazio vuoto, un’assenza di prezzo, o uno spazio tra i livelli di prezzo, perché una window sia valida.

Quando di si forma una rising window, l’intero spazio di questa window è valutato come un’area di supporto. Inoltre, se avete una posizione al rialzo e si è appena sviluppata una rising window, potete aspettarvi che questa window si comporti come supporto se il mercato corregge (pull back). Se il prezzo ritraccia fino alla base della window, ma non chiude al di sotto, allora il supporto non è stato violato. Se, tuttavia, il mercato chiude sotto la base della window, allora il supporto è stato rotto. Di conseguenza, l’area più importante di una rising window è la base.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 16/07/2012
Categoria/e: Guida, Primo piano, Trading Online.



1 commento per “Le candele giapponesi: la window”

  1. Ciò che mi sono sempre chiesto è come calcolare l’arco temporale in cui i gap/windows vengono colmati. Esiste un sistema matematico che offra un adeguato livello di affidabilità?

Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655