Stipendi in calo, poveri statali!

Come se non bastasse la crisi ecco un ulteriore calo degli stipendi a cominciare di quello degli statali.

Mentre gli stipendi dei politici continuano a rimanere uguali la Banca di Italia, nel bollettino economico, ha rilevato che le retribuzioni salariali, in termini reali, sono scesi e continueranno a farlo anche nel biennio 2012-2013 soprattutto per i dipendenti statali.

Nella nota si legge: “L’aumento dei prezzi al consumo (2,9%) ha comportato una diminuzione delle retribuzioni in termini reali sia nel settore privato sia, in misura piu’ marcata, nel settore pubblico”.

Nei primi tre mesi dell’anno le retribuzioni contrattuali hanno registrato una crescita dell’1,3% mentre le retribuzioni di fatto sono aumentate rispettivamente dell’1,2 e del 2,1%. Resta il fatto che nei prossimi mesi continueranno a calare e questo, sommato alle prossime tasse compresi gli acconti Imu, non danno una bella speranza ai lavoratori…

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 18/07/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655