Euro, tonfo della moneta unica ai livelli del 2010

Una situazione generale che non lascia spazio a dubbi. Dopo il tonfo di Venerdì delle Borse anche oggi non siamo davanti ad una situazione migliore o poco positiva. Non solo le borse perdono terreno sotto i colpi di una raffica di vendite, soprattutto sui bancari, ma anche la moneta unica non fa meglio.

Sotto i nuovi timori per le situazioni di Grecia e Spagna, l’euro va sotto quota 1,21 dollari per la prima volta dal giugno del 2010. La moneta europea ora passa ora di mano a 1,2097 dollari (1,43 dodici mesi fa) con un calo di 15 punti percentuali.

Una soglia importante quella di 1 e 20 che se l’euro non saprà tenere potrebbe significare una caduta libera fino a 1,18 o addirittura ancora più giù.

Anche sul versante orientale le cose non vanno meglio visto che l’euro è sceso oggi sotto i 95 yen per la prima volta da 12 anni toccando per la prima volta quota 94,94 yen per la prima volta da oltre 12 anni.

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 23/07/2012
Categoria/e: Cambi e Valute, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655