Germania, il motore batte in testa

La Germania sta iniziando a soffrire la crisi dell’Euro e le indicazioni arrivate dall’IFO di luglio lo confermano.

La fiducia degli imprenditori tedeschi è infatti scesa al livello più basso degli ultimi 2 anni; la statistica condotta su 7000 imprenditori ha evidenziato un calo nelle aspettative future da 105.2 di giugno a 103.3, la lettura più bassa da marzo 2010 e superiore al 104.5 previsto dagli analisti.

Questa contrazione suggella le indicazioni di out look negativo sul rating tedesco giunte da Moody’s martedì. Probabilmente la Bundesbank sarà costretta a rivedere quel +1% di crescita previsto per il 2012 appunto per l’effetto combinato di recessione nel resto di Eurolandia e rallentamento delle economie emergenti. Il calo si è comunque registrato anche nella componente della situazione corrente scesa, da 113.9 a 111.6.

A livello settoriale i comparti che hanno visto un peggioramento del sentiment più marcato sono quelli delle costruzioni e manifatturieri, mentre un sensibile progresso ha registrato il settore del dettaglio.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 26/07/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655