Le diverse facce di Eurolandia

La settimana passata di dati macor in Europa non ha fatto altro che confermare il Big Bang in atto sulle economie continentali.

La bilancia commerciale tedesca continua ad ingrassare con 17.9 mld di avanzo registrato a giugno in rialzo rispetto ai 15.6 di maggio (vedi grafico).

Stesso risultato anche per l’avanzo di parte corrente, praticamente raddoppiato da 8.1 a 16.5 mld di Euro in un mese.

Tutto all’opposto invece i vicini francesi dove il deficit commerciale continua ad allargarsi da mesi e che, a giugno, è salito a 6 mld di euro contro i 5.4 di giugno.

In tutto questo contesto si è poi inserita la produzione industriale spagnola la quale, mostra tassi di variazione negativi ormai da marzo 2011 e che, nel mese di giungo ha fatto registrare un saldo annuo pari a -6.3%, scenario decisamente drammatico se consideriamo che finora il dato migliore del 2012 è stato un – 4.4% a gennaio.

Evidente che con queste diseguaglianze l’Euro non rischia solo una spaccatura, ma una decimazione di ricchezza senza precedenti.

Dino Martini

Articolo scritto da Dino Martini il 17/08/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655