Vendite al dettaglio in calo, gli italiani rinunciano a tutto

Un calo che si registra in tutti i settori tranne quello alimentare. Questo si evince dai nuovi dati Istat relativi alle vendite al dettaglio del mese di Giugno.

Un dato a doppia faccia visto che segna un rialzo rispetto a Maggio ma un calo su base annua e soprattutto rispetto allo stesso mese dello scorso anno ma che, tuttavia, non rincuora commercianti e addetti al settore.

A giugno le vendite al dettaglio hanno messo a segno un rialzo dello 0,4% rispetto al mese di Giugno ma un calo dello 0,5% su base annua. Nel rendere noti i dati, l’Istat ha aggiunto che il dato tendenziale è sintesi di un rialzo dell’1,3% per il prodotti alimentari e di una diminuzione dell’1,4% per i beni non alimentari.

In particolare gli italiani hanno rinunciato all’acquisto di mobili, articoli tessili, arredamento (-4,6%) ma anche cartoleria, libri, giornali, riviste (-3,3%) e, udite udite, a informatica, telecomunicazioni, telefonia (-3,0%).

 

 

VIA|ANSA

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 29/08/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655