Indici di riferimento, in arrivo norme anti manipolazioni

A quanto pare la questione “libor” non è ancora chiusa e adesso il gioco si fa duro e sempre più serio. In particolare, è arrivata poco fa la notizia che la Commissione europea, l’organo esecutivo dell’Unione europea, ha messo in moto una serie di controlli per preparare delle norme anti manipolazioni.

La Commissione, infatti, ha iniziato i colloqui con il settore finanziario per arrivare alla scelta, o meno, di poter introdurre dei limiti agli indici di riferimento, utilizzati come esempio di standard di mercato ma in realtà in mano alle banche.

Ecco perchè si pensa a nuove norme che possano rendere più trasparenti il modo con cui vengono compilati e attuati: “E’ necessario un lavoro più ampio per regolare il modo in cui indici e parametri di riferimento sono compilati, prodotti e utilizzati.”

Il tasso Libor, in mano alle banche che lo usano per prestarsi i fondi l’un l’altra, è utilizzato anche come riferimento per determinare i tassi di interesse in tutto il mondo e questo cambierà per mano dell’organo europei o degli altri che stanno indagando sulla questione.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 06/09/2012
Categoria/e: Borse Estere, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655