Recessione Italia, gli italiani rinunciano al cibo

La recessione in Italia c’è oppure no? Fatto sta che gli italiani, popolo di risparmiatori e di “formiche”, continuano a pensare al futuro tanto da rinunciare anche al cibo.

A confermare lo stato delle cose arrivano i nuovi dati Istat a cominciare dalle vendite al dettaglio che segnano un nuovo calo a luglio. Secondo l’indice calcolato dall’Istat sembra che il dato sia sceso dello 0,2% e nella media del trimestre maggio-luglio 2012 si addirittura diminuito dell’1% rispetto ai tre mesi precedenti.

Le vendite continuano a scendere anche rispetto a Giugno con un -0,1% per i prodotti alimentari e dello 0,3% per quelli non alimentari mentre rispetto allo stesso mese dello scorso anno l’indice grezzo è sceso di oltre 3 punti percentuali.

Anche nel settore alimentare comincia a fare capolino la crisi e persino i discount alimentari segnano i primi cali delle vendite con un -0,1% su base annua. Per gli altri settori, invece a luglio 2012 si registrano variazioni tendenziali negative in tutti i gruppi di prodotti con un -3% per quelle al dettaglio di elettrodomestici, del 5,6% nel ‘gruppo’ Giocattoli e del 5,2% nella vendita di mobili e arredamento in genere.

Solo la domanda di gioielli, pur in calo, si mantiene quasi stabile con un calo dell”1%.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 26/09/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655