Borsa Italiana, indici in parità sotto il peso dei timori Ue

Ancora problemi, ancora paure e timori su quella che potrebbe essere la fine dell’Unione Europea e della sua economia monetaria unica.

Dalla Spagna e dalla Grecia non arrivano notizie confortanti mentre la Germania sembra essere sempre più intenzionata a non fare da traino più a nessuno.

Una settimana da dimenticare per gli investitori che continuano a veder scende i propri titoli e soprattutto i bancari. Ad un giorno dalla chiusura di questa ottava davvero nera anche adesso gli indici sembrano fermi al palo. Dopo i massimi di giornata toccati qualche minuto fa, in questo momento il Ftse Mib segna la parità a 15.415 punti così come il Ftse All Share fermo a 16.320 punti. In negativo Mid Cap e Micro cap con circa lo 0,20% in meno.

Tra i titoli, in verde troviamo Buzzi Unicem con due punti in più, Campari con l’1,80% e Telecom Italia con un punto in più.

In rosso, invece, Banca Popolare Emilia Romagna con l’1,63% in meno, Fiat e Banca Pop Milano con l’1,20 in meno.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 27/09/2012
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655