Crisi: tagli alle spese e niente tasse. La ricetta Draghi

Siamo in profonda crisi e se gli italiani lo hanno capito da un pezzo, arrivando addirittura a rinunciare (per forza di cose) ai risparmi, i leader politici tardano ad ammetterlo.

Per Monti siamo ormai alla fine del tunnel ma l’altro Mario, il presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico della Bocconi, ha chiaramente invitato tutti a optare per un taglio delle spese e una diminuzione delle tasse.

Un invito, tutt’altro che velato, a tutti i Paesi Europei che rischiano il collasso e soprattutto all’Italia che ormai supporta un cuneo fiscale sempre più grave.

Mario Draghi ha confermato: ”L’obiettivo finale è l’unione politica, un’Europa stabile e integrata con un destino comune. Ci vorrà molto tempo, lungo un percorso incerto. Ma nel frattempo sarebbe un errore non agire (…) la Bce continuerà a prendere tutte le decisioni in piena autonomia (…) deciderà se intervenire in base alla propria valutazione della trasmissione della politica monetaria, al fine di salvaguardare la stabilità dei prezzi”.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 19/11/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655