Capitali finanziari, ok al controllo dall’FMI

Il Fondo Monetario Internazionale ha rotto gli indugi mettendo nero su bianco quello che è il documento ufficiale relativo al controllo dei capitali finanziari applicato alla finanza globale.

Il documento ufficiale è stato voluto soprattutto da governi e autorità monetarie di paesi emergenti che hanno accusato le grandi potenze (specie Usa e UE) di essere pronti per contrastare la crisi arrivando addirittura a generare e spostare enormi flussi di capitali volatili con conseguenze pesanti e destabilizzanti.

Anche l’FMI ha confermato questa teoria e ha optato per l’introduzione di misure di controllo che prevedono la limitazione dei movimenti di capitali che ”comportano anche rischi, perché possono essere volatili e vasti in rapporto alle dimensioni dei mercati domestici”.

Dietrofront, quindi, riguardo alla liberalizzazione che non sempre, e non per tutti, può essere un obiettivo appropriato soprattutto se non sempre i “benefici sono superiori ai costi”.

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 04/12/2012
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655