Tobin Tax, le banche alla ricerca di cavilli

L’iter per l’introduzione della Tobin Tax è ormai agli sgoccioli ma a quanto pare le banche sono pronte a tutto per evitare il peggio.

La Tobin Tax (guarda caso) non convince nessuno e questo potrebbe portare a delle modifiche delle aliquote previste allargando al contempo la base contributiva. Oggi, in Commissione Bilancio, si discute proprio della Legge e dell’eventuale modifiche a cui le lobby aspirano.

A quanto pare le banche stanno cercando di spingere per ottenere l’esenzione su alcune fonti di entrata, le commissioni sulle attività dei day trader in particolare,  per le operazioni on line, le obbligazioni e i derivati (che passano dai loro canali).

Le richieste non dovrebbero trovare il parere contrario del ministero dell’Economia che sembra in linea con questa posizione

In questo modo, però, ad essere colpiti saranno gli investitori di medio e lungo termine mentre la speculazione non sarebbe affatto “colpita” e questo potrebbe spingere titoli e transazioni fuori dai Confini Nazionali.

Cos’è meglio?

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 05/12/2012
Categoria/e: Finanza, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655