Recessione Usa, Capodanno porta via il rischio fiscal cliff

Il miracolo di fine anno c’è stato. Gli americani hanno scongiurato il rischio del fallimento e non vivranno più all’ombra del rischio fiscal cliff.

Obama e l’opposizione hanno raggiunto un accordo per evitare il fallimento e con il sì della Camera dei Rappresentanti  presto tutto sarà realtà.  Chi guadagna più i 400 mila dollari (o coppie che ne guadagnano più di 450 mila) vedrà aumentare le tasse dal 35 al 39,6% e pagherà anche la stretta su dividendi e capital gains, che verranno tassati al 20%.

La legge prevede anche l’aumento della tassa di successione e il rinvio dei tagli alla spesa pubblica di due mesi.

Le Borse hanno salutato il 2012 con un rialzo proprio in previsione dell’arrivo di un accordo che alla Camera ha ottenuto 257 sì ( ne sarebbero bastati 217). Gli analisti, invece, pensano che gli Usa abbiano allontanato un rischio fallimento ma non una frenata per l’economia.

 

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 02/01/2013
Categoria/e: Finanza, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655