Tobin Tax, quanto pagheranno gli italiani?

Se per adesso gli italiani dovranno fare i conti con nuove aliquote e bolli per i Conti deposito, conti corrente e conti postali, presto dovranno aggiungere anche la Tobin Tax il cui debutto ufficiale è previsto per Marzo.

La Tobin Tax colpirà tutte le transazioni sui mercati valutari. Se da una parte la nuova stangata arriverà per “penalizzare le speculazioni a breve termine e stabilizzare i mercati” dall’altra arriverà per fare cassa ancora una volta.

La tassa andrà applicata a tutti i prodotti derivati quotati al di fuori dei mercati regolamentati, ovvero Over The Counter, e potrà arrivare fino ad un massimo di 100 euro. Per la nuova tassa è prevista una quota fissa pagata in base allo strumento e al valore del contratto.

Attenti, però, visto che la Tobin Tax arriverà insieme ad una nuova imposta destinata ai sistemi di trading ad alta frequenza e sarà pari allo 0,12% nel 2013 e allo 0,1% nel 2014.
Saranno esenti market maker e le transazioni in Borsa di azioni che sono emesse da società con una capitalizzazione inferiore ai 500 milioni di euro.

Per i mercati regolamentati l’aliquota, che sarà pagata dal soggetto a cui è destinato il trasferimento, sarà dello 0,12% e per quelli non regolamentati dello 0,22%. Sono esclusi la finanza etica e i titoli azionari italiani che non hanno superato i 500 milioni di euro di quotazione media nel mese di novembre 2012.

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 03/01/2013
Categoria/e: Primo piano, Soldi e Risparmio.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655