Bond Argentini, adesso arriva la censura dell’FMI

Abbiamo parlato spesso nei giorni scorsi dei bond argentini e del rischio che gli investitori piccoli e grandi stanno correndo ma, a quanto pare, non è interesse di nessuno un possibile crak finanziario e così il Fondo Monetario Internazionale ha deciso di censurare i dati economici dello stato sudamericano.

La censura  sulle autorità di Buenos Aires non piace al governo Argentino reo di aver fornito dati esatti sui prezzi. In particolare, i dati ufficiali parlano di un’inflazione 2012 al 10,8% ma i dati non corrispondono a quelli degli analisti privati che si fermerebbero al 25%.

L’argentina, però, non ci sta e lo stesso presidente Argentino, Cristina Fernandez de Kirchner, ha dichiarato guerra al Fondo monetario minacciando l’uscita del suo Paese e da twitter scrive:
“Vi siete arricchiti rovinando il mondo. Dov’era il Fondo che non ha avvertito sulle crisi? In 10 anni, e senza i finanziamenti Fmi, il Pil è cresciuto del 90% e l’Argentina ha il 6,9% di disoccupati”.

I dati truccati e la decisione dell’Fmi serviranno a qualcosa?

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 04/02/2013
Categoria/e: Notizie, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655