Tobin Tax applicata dal primo Marzo, ecco le aliquote

Ci siamo. Dal primo Marzo scorso la nuova Tobin Tax è realtà. Questo significa che tutte le transazioni sui mercati valutari saranno colpite onde evitare speculazioni a breve termine.

Quello che è certo è che chi ha i soldi non avrà paura di speculare e che solo i piccoli investitori saranno colpiti dalla nuova tassazione che sarà applicata alle banche dei Paesi membri dell’Ue e su tutti gli strumenti finanziari tranne i market makers, gli istituti previdenziali e gli scambi per successione o donazione, i derivati per i rischi cambio e, infine, gli scambi sui tassi o su materie prime.

Restano fuori dall’applicazione anche tutti gli strumenti delle società che hanno una capitalizzazione fino ai 500 milioni di euro.

La Tobin Tax avrà una misura fissa pari allo 0,12% nel 2013 per le transazioni di Borsa in azioni e strumenti finanziari partecipativi. Aliquota che scenderà allo 0,1% nel 2014.

L’aliquota sarà dello 0,22% (0,2% dal 2014) per azioni negoziate in mercati non regolamentati mentre si parla da un minimo di 2,5 centesimi ad un massimo di 20 euro per gli strumenti meno speculativi di derivati su azioni a partire da luglio. Per quelli più speculativi si parla da un minimo di 12,50 ad un massimo di 100 euro ad operazione.

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 04/03/2013
Categoria/e: Finanza personale, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655