Borsa Italiana, volatilit

Mentre Mario Draghi, alla guida della Banca Centrale Europea, si dice pronto ad usare armi poco viste per spingere la ripresa economica, i mercati rimangono altamente volatili in attesa della riunione del pomeriggio della FED e delle parole del suo presidente, Bernake.

Tutto tace, quindi, in attesa del suo della campanella a Wall Street. Intanto, gli indici europei rimangono altamente volatili e la Borsa Italiana, in particolare, continua ad oscillare tra positivo e negativo.

In questo momento, infatti, il Ftse Mib segna un calo dello 0,14% a 16.175 punti, il Ftse All Share segna un calo dello 0,15% a 17.150 punti mentre restano leggermente positivi il Small Cap, il Micro Cap e lo Star.

Per quanto riguarda i titoli, invece, in rosso troviamo Azimut e MPS con l’,180% in meno, Telecom Italia e Banca pop Emilia Romagna in calo dell’1,20%. In verde, invece, segnaliamo Diasorin con due punti e mezzo, Saipem e Mediaset con due punti e Finmeccanica e Pirelli con un punto e mezzo in più.

 

Piera Scalise

Articolo scritto da Piera Scalise il 19/06/2013
Categoria/e: Borsa Italiana, Primo piano.



Lascia un commento

SpotLight

Collegati | Copyright 2010-2017 BorsaeFinanza.net è un progetto CiancioLab sas WebAgency - Partita IVA 04201560655